Relazione tra tiroide e nutrizione

Quali sono i sintomi di una tiroide bassa (ipo)?

Con una tiroide bassa, la maggior parte delle persone sperimenta mancanza di energia, aumento di peso, perdita di capelli, pelle secca , colesterolo alto e problemi di stitichezza. Tutti questi sono sintomi di un basso livello di T3 o di un basso livello di ormone tiroideo in generale.

Ora diamo un'occhiata a cosa possiamo fare per un basso livello di tiroide attraverso l'alimentazione.

Per produrre TSH, la tua dieta deve contenere una quantità sufficiente diproteine. Per produrre questo ormone sono necessari anche il magnesio, la vitamina B12 e lo zinco. Questi tre micronutrienti (magnesio, B12, zinco) e il nutriente principale (proteine) sono necessari per produrre TSH.

Alcuni nutrienti sono necessari anche per produrre T4. Uno di questi è lo IODIO. Se hai visto il sale iodato, è iodato per combattere l'epidemia di gozzo comune in America. Il gozzo è l'ingrossamento della tiroide dovuto alla carenza di iodio. Questo è il motivo per cui il sale da cucina è iodato, ma sono contrario all'assunzione di iodio da questa fonte perché consumare troppo sale da cucina ha conseguenze negative. Puoi ottenere iodio da verdure fresche, frutti di mare, alghe e alghe.

Lo iodio non è l'unico nutriente necessario per produrre T4. C'è un meccanismo nella ghiandola tiroidea che aiuta ad attirare iodio nella tiroide. Questo meccanismo necessita di vitamina B2 e vitamina C. Senza questi due nutrienti (B2 e C), lo iodio non può essere assorbito dalla ghiandola tiroidea.

Di conseguenza, per il sano funzionamento della tiroide, il cervello deve produrre TSH, che stimola la ghiandola tiroidea a produrre T4 e T3, e quindi attiva il tasso metabolico delle cellule. Sono necessari 10 nutrienti:

Questi sono: PROTEINA, MAGNESIO, B12, ZINCO, IODIO, B2, VITAMINA C, SELENIO, VITAMINA D e VITAMINA A.

Se ti viene diagnosticato l'ipotiroidismo, chiedi di esaminare questi 10 alimenti. Se c'è una carenza di questi nutrienti, il trattamento diventerà difficile. Assicurati di includere questi nutrienti nella tua dieta insieme ai farmaci prescritti dal medico. Dopo una diagnosi di ipotiroidismo, dovresti chiedere aiuto a un dietista.

leggi: 0