Disfunzione del tendine tibiale posteriore

Disfunzione del tendine tibiale posteriore

I tendini sono attaccati alle ossa tramite muscoli e allungano le articolazioni, consentendo di gestire l'articolazione da un lato all'altro. Uno dei tendini importanti della parte inferiore della gamba è il tendine tibiale posteriore. Questo tendine inizia nel polpaccio, si estende verso il basso fino all'interno della parte posteriore della caviglia e si collega alle ossa al centro del piede.

Il tendine tibiale posteriore aiuta a sollevare l'arco del piede e fornisce supporto quando si solleva il piede dopo averlo calpestato, quando le dita dei piedi si separano mentre si cammina. Se questo tendine si infiamma a causa di uno stiramento o di uno strappo eccessivo, si può avvertire dolore all'articolazione interna e gradualmente l'arco interno della pianta del piede scompare, portando al piede piatto.

Segni e sintomi di tendine posteriore disfunzione del tendine tibiale:

Fattori di rischio

La disfunzione del tendine tibiale posteriore si verifica più spesso nelle donne di età superiore ai 50 anni, poiché il tendine può essere anomalo fin dalla nascita. Tuttavia, ci sono molti altri fattori di rischio elencati di seguito:

Gli atleti che praticano sport come basket, tennis, calcio o hockey possono anche lesionare il tendine tibiale posteriore. Inoltre, l'infiammazione dei tendini si sviluppa quando viene esercitata una forza eccessiva sul piede durante la corsa su sentieri o strade collinari.

Diagnosi:

Diagnosi; Dipende dall'anamnesi, dall'esame obiettivo e da entrambi. Il medico potrebbe chiederti di stare a piedi nudi e allontanarti da lui per vedere come funziona il tuo piede. Se la condizione è avanzata, la parte anteriore del piede interessato potrebbe scivolare verso l'esterno. R. Se visto da dietro, sembra che tu abbia molte dita. Allo stesso tempo, ti potrebbe essere chiesto di alzarti sulle punte dei piedi o di sollevare un ginocchio: stai con le mani sul muro, solleva il piede buono dal pavimento e alzati sulle altre dita dei piedi. Normalmente il tallone girerà verso l'interno. L'assenza di questo segno indica una disfunzione tibiale posteriore. Il medico può richiedere radiografie, ecografie e risonanza magnetica del piede.

Trattamento

Se non trattati, i piedi piatti sviluppati dalla disfunzione tibiale posteriore diventano rigidi (duri). L'artrite può svilupparsi nel piede posteriore. Il dolore aumenta e si diffonde all'esterno della caviglia. Il modo in cui cammini potrebbe essere influenzato e potrebbe essere difficile indossare le scarpe. Il trattamento che il medico consiglierà dipende da quanto è avanzata la condizione. Nelle fasi iniziali, disfunzione del tendine tibiale posteriore; Può essere trattato con riposo, farmaci antinfiammatori non steroidei come l'aspirina o l'ibuprofene e l'immobilizzazione del piede con un ginocchio rigido o uno stivale per prevenire un uso eccessivo del piede per sei-otto settimane. Dopo aver rimosso il gesso, possono essere utili dei supporti posizionati all'interno della scarpa, come un cuneo per il tallone o un supporto per la suola. Se la condizione è avanzata, il medico può consigliare l'uso di un'ortesi o un tutore caviglia-piede convenzionale. Se il trattamento conservativo non è sufficiente, il medico può raccomandare un intervento chirurgico. Per trattare la disfunzione del tendine tibiale posteriore vengono spesso utilizzati diversi metodi chirurgici, spesso più di uno alla volta. Il medico determinerà un ciclo di trattamento specifico in base alla tua situazione individuale. Le opzioni chirurgiche includono:

leggi: 0