Domande frequenti sul trapianto di midollo osseo...

Specialista in Ematologia Assoc. Dott. Ender Soydan risponde alle domande più frequenti sul trapianto di midollo osseo come segue:

Trapianto di midollo osseo o di cellule staminali; È il processo di trasferimento di cellule staminali sane da una persona a un'altra (allogenico) o raccogliendo in anticipo le proprie cellule (autologhe) e poi trasferendole a se stessi.

Come fonte di cellule staminali allogeniche, un Possono essere utilizzati donatori parenti sani o non parenti HLA compatibili, sangue cordonale o genitori, figli o fratelli semi-compatibili. Autologo

La fonte delle cellule staminali è la persona stessa.

In quali malattie viene applicato?

Il trapianto di cellule staminali può essere utilizzato nella leucemia, nel linfoma, in non hanno ricevuto il beneficio atteso dai trattamenti applicati.

È un'opzione di trattamento raccomandata per malattie come la sindrome mielodisplastica, il mieloma multiplo, l'insufficienza del midollo osseo (grave anemia aplastica).

Trapianto autologo di cellule staminali; È un metodo utilizzato per somministrare un trattamento ad alte dosi.

Le cellule staminali vengono utilizzate per prevenire i danni causati dal trattamento ad alte dosi nel midollo osseo.

Le principali malattie per le quali viene applicato il trapianto di cellule staminali allogeniche sono:

Leucemia mieloide acuta (LMA). )

Leucemia mielocitica cronica (LMC)

Leucemia linfocitica cronica (LLC)

Linfoma non Hodgkin (HDL) )

Linfoma di Hodgkin (HL)

Sindrome mielodisplastica (MDS)

Anemia aplastica grave (AAA), altre condizioni con insufficienza del midollo osseo (Fanconianemia,

emoglobinuria parossistica notturna, saferitroidaplasia)

Le principali malattie per le quali viene applicato il trapianto autologo di cellule staminali sono le seguenti:

Mieloma multiplo (MM)

Linfoma di Hodgkin

Linfoma non Hodgkin

Leucemia mieloide acuta (in alcuni sottogruppi)

Come vengono raccolte le cellule nel trapianto di midollo osseo?

Esistono due metodi per raccogliere le cellule staminali da un donatore sano. Il primo di questi è raccogliere cellule staminali dal midollo osseo; In questo metodo, il donatore viene addormentato in anestesia generale in sala operatoria e il midollo osseo viene raccolto dall'osso iliaco del donatore utilizzando aghi speciali. Il secondo metodo consiste nell'applicare un fattore di crescita al donatore e le cellule staminali dirette dal midollo osseo al sangue circolante vengono trasferite al braccio del donatore tramite un dispositivo di aferesi. È un metodo per raccogliere il midollo osseo dalle vene.

Come viene eseguito il trapianto di midollo osseo?

Le cellule staminali vengono somministrate al paziente attraverso un accesso vascolare. Per questo, le vene vengono solitamente utilizzato, chiamato centrale e non-catetere

Viene utilizzato un apparato posizionato internamente.

Quali sono le fasi del trapianto di midollo osseo?

Possiamo dividere il processo nell’unità trapianti in tre fasi. La prima fase è il processo di trattamento che chiamiamo "regime di preparazione"

. Durante questo periodo viene selezionato il trattamento appropriato in base alla malattia e all'età del paziente. La durata del trattamento varia a seconda del protocollo applicato. In sintesi, il regime di preparazione ha tre scopi principali

: distruggere le cellule malate non rilevabili nel paziente, svuotare il midollo osseo del paziente per fare spazio alle cellule del donatore e sopprimere il sistema immunitario del paziente

impedire che reagisca alle cellule del donatore Seconda fase; è la somministrazione di cellule staminali.

La terza fase è la proliferazione delle cellule staminali del donatore nel midollo osseo del ricevente.

I pazienti vengono seguiti nella clinica dei trapianti dopo essere stati dimessi dal l'unità di trapianto.Frequenze di follow-up

Anche se varia a seconda della situazione, viene regolata per essere una volta alla settimana o una volta ogni due settimane nei primi 3 mesi. I controlli vengono effettuati una volta al mese fino alla scadenza del primo anno. In futuro

I periodi di controllo saranno determinati in base alle condizioni del paziente.

Quali sono i problemi che possono verificarsi dopo il trapianto di midollo osseo?

Uno dei problemi riscontrata nei periodi iniziali e tardivi dopo il trapianto è la malattia del trapianto contro l'ospite

(GVHD). Si tratta di una guerra iniziata dalle cellule del sistema immunitario del donatore contro il ricevente e

provoca danni a vari tessuti del corpo. I tessuti più frequentemente danneggiati sono la pelle, il fegato e lo stomaco, < br /> è il sistema intestinale. Si manifesta con eruzioni cutanee, prurito, nausea nel tratto gastrointestinale, vomito, diarrea e deterioramento dei test epatici.30-40% nei trapianti da donatori fratelli HLA pienamente compatibili; Si osserva nel 60-70% dei trapianti da donatori non imparentati.

Il secondo problema importante è che le cellule staminali fornite non possono depositarsi e proliferare nel midollo osseo del ricevente. Viene valutato osservando i valori del sangue

e In questo caso, il ritrapianto diventa una priorità.

La recidiva della malattia, cioè la ricomparsa della malattia dopo il trapianto, è un altro problema.

Le infezioni opportunistiche sono comuni dopo trapianto. Per questo motivo è molto importante che i pazienti prestino attenzione ai metodi di protezione dalle infezioni

.

Quali sono i problemi che si possono incontrare nel periodo tardivo dopo il trapianto di midollo osseo? ?

I problemi che si possono incontrare dopo il trapianto di midollo osseo a volte sono di lunga durata e possono causare difficoltà psicologiche oltre a difficoltà fisiche, rendendo difficile per il paziente il ritorno alla normalità

vita. I problemi che si possono riscontrare negli anni successivi sono:

Squilibri ormonali

Disfunzioni tiroidee

Cataratta

Disturbi al sistema muscolo-scheletrico

Cambiamenti della pelle

Cambiamenti dei capelli e del cuoio capelluto

Osteoporosi

Cambiamenti del sistema riproduttivo

Tumori secondari

In quali casi è necessario consultare un medico?

Febbre

Mancanza di respiro

Nausea, vomito

Diarrea

Arrossamento e prurito nel corpo

Mal di testa

Visione offuscata

Bruciore e sanguinamento nelle urine

Dolore al corpo bocca

Arrossamento nella zona del catetere, dolore

leggi: 0