VITA DI MATRIMONIO

VITA DI MATRIMONIO

Il dibattito sulla durata di un matrimonio è anche un tentativo di assegnare una durata di vita comune a tutti i matrimoni. Ma; Ogni matrimonio determina il proprio tempo di sopravvivenza secondo le proprie dinamiche e caratteristiche. Secondo l’approccio sistemico, il matrimonio è un sistema e attraversa periodi diversi. Al di là del fatto che i primi 1, 3, 5, 7, 10 anni di matrimonio sono anni critici, il vero problema è quali fasi attraversate da ogni matrimonio corrispondono agli anni di matrimonio. Le fasi più basilari in un sistema matrimoniale sono; Prosegue come quando il matrimonio viene nuovamente costituito, la nascita del primo figlio, la nascita del secondo e di altri figli, il periodo in cui i figli entrano nell'adolescenza, il periodo in cui i figli lasciano la casa e il periodo in cui i figli si sposano . Ciò significa che; Esistono periodi diversi nel matrimonio e le caratteristiche di ciascun periodo sono molto diverse l'una dall'altra. Se questi periodi non vengono valutati come diversi l'uno dall'altro e ogni periodo viene confrontato tra loro, affermazioni come "i primi anni di matrimonio erano molto diversi" e "tutto era molto meglio prima del bambino" troveranno naturalmente posto nel sistema e condurre i coniugi all’infelicità e alla disperazione. Ogni fase dovrebbe essere vissuta secondo le proprie caratteristiche e le aspettative dovrebbero essere aggiornate in conformità con ciascuna fase. In effetti, è uno dei processi più naturali che gli anni successivi alla nascita del primo figlio abbiano caratteristiche diverse rispetto ai primi anni di matrimonio o agli anni senza figli. Poiché i bisogni, i desideri, le responsabilità domestiche, l’ordine domestico, le questioni finanziarie e i ruoli differiscono in ogni fase del matrimonio, il sistema familiare deve apportare i necessari aggiornamenti in tutte queste aree. I problemi nel matrimonio si verificano generalmente durante le transizioni di fase, che sono il risultato naturale del processo di adattamento del sistema alla nuova situazione. Il punto promettente è che i problemi finiranno quando il nuovo periodo troverà un equilibrio.

Tra le questioni più importanti che determinano la vita del matrimonio c'è che i coniugi non si accettano come due persone diverse e vedono costantemente le loro diverse caratteristiche come un problema. Se la frase "Io e mia moglie siamo molto diversi" viene vista come un problema in un matrimonio, significa che in quel matrimonio ci saranno sempre dei problemi. Perché la natura del matrimonio richiede che due persone diverse facciano parte dello stesso sistema. Innanzitutto gli sposi devono dire: “siamo in questa nebbia. nel m; Dovrebbero essere in grado di dire: "Siamo due persone diverse che pensano diversamente, sentono diversamente, hanno bisogni diversi, convinzioni diverse, abitudini diverse, gusti diversi, interessi diversi". Quando questa accettazione non avviene, i coniugi cercano di cambiarsi a vicenda; Sostiene che sua moglie, che non agisce o non pensa come lui, si comporta o pensa in modo sbagliato, e questo lo turba molto. Il coniuge che si vuole cambiare resiste naturalmente, mostrando i denti per sopravvivere all'interno del sistema, e inizia la lotta di potere tra i coniugi. Quando alla mancanza di accettazione delle differenze si aggiunge la mancanza di una cultura del sano confronto, i più piccoli problemi possono arrivare a bruciare la trapunta.

Per risolvere un problema o un conflitto, "Come puoi pensare così!" Senza dire o cercare di confutare la verità dell'altro: "Ci sono due verità diverse in questa casa, cosa faremo adesso?" È necessario saperlo dire. Da questo momento in poi, risolvere un conflitto non è così difficile come sembra. La cosa principale è deporre le armi e porre fine alla lotta per il potere.

Un'altra questione da attuare dopo questo grande passo compiuto per la salute del rapporto accettando le differenze è che i coniugi non dovrebbero interferire con i confini individuali dell'altro e lasciano spazio all'altro per respirare. "Dopo il matrimonio, io e mia moglie facciamo tutto insieme, passiamo tutto il tempo insieme" può sembrare un'affermazione romantica, ma in realtà contiene un problema importante. È importante che gli individui dedichino tempo ai propri interessi e si impegnino in attività che li rendano felici quando lo fanno da soli, e i coniugi dovrebbero sostenersi a vicenda in questo senso. I coniugi dovrebbero trascorrere del tempo da soli individualmente, trascorrere del tempo insieme come marito e moglie e trascorrere del tempo con i propri figli, se presenti. Da qui il sistema matrimoniale trae la maggior parte dell’energia di cui ha bisogno. È molto importante creare un “noi” solido per un matrimonio sano e di alta qualità. Ciò che è necessario per "noi" sono "io" e "tu". Le coppie possono raggiungere questo obiettivo preservando l'"io" e il "tu" mentre creano il "noi", senza cercare di distruggerli.

Una delle frasi più comuni nel matrimonio è "Te lo dico". "Che senso ha farlo dopo averlo fatto? Fallo con il cuore, non solo perché l'ho detto io." Questa frase include il presupposto che i coniugi possano comprendere i gusti o le informazioni reciproci sulle aspettative e sui desideri dell'altro senza parlare. Se uno dei coniugi non dice all'altro quale cibo preferisce, l'altro coniuge non sarà in grado di capirlo e quindi, forse, quel pasto non verrà mai cucinato in quella casa. Le coppie dovrebbero sapere cosa piace l'uno all'altro e cosa li rende felici, fare uno sforzo per imparare e fare qualcosa solo per rendere felice il proprio partner, anche se a loro non piace. Quando le persone non parlano di se stesse di questi problemi, la condivisione tra loro diminuisce e arrivano a un punto in cui non riescono a trovare nulla di cui parlare. Il tuo coniuge ha fatto qualcosa per renderti felice perché tu l'hai detto e chiesto, cosa potrebbe esserci di meglio di così...

Un altro problema è che, di tanto in tanto, le coppie si aspettano "zero discussioni" riguardo al loro matrimonio . È un dato di fatto che una famiglia sana è quella che ha problemi e può risolverli. Viene messa in discussione l'esistenza di discussioni in una famiglia che si aspetta di non litigare e viene adottato un approccio del tipo "perché stiamo litigando?" Oltre ad argomenti malsani, il processo di riconciliazione non si sta svolgendo come dovrebbe. Il fatto che la questione discussa non venga sollevata nuovamente dopo aver fatto la pace (“abbiamo fatto la pace, chiudiamo la questione adesso”) o non si tenti di fare la pace finché il problema non sarà risolto (“il problema non è stato risolto, perché dovrebbe Faccio la pace”) dimostra che la riconciliazione non è stata vissuta secondo il suo scopo. Lo scopo della riconciliazione è che i coniugi si riuniscano per risolvere i problemi, non per nasconderli sotto il tappeto. A questo proposito, si dovrebbe abbandonare la guerra personale e agire per il bene della relazione. Sfortunatamente, quando due persone che aspettano il primo passo dall'altra parte con la consapevolezza di "Se fai un passo verso di me, io correrò verso di te" non fanno il primo passo, l'energia che gli sposi utilizzerebbero correre esplode dentro di loro. Se ognuno si assumesse le proprie responsabilità individuali e si attivasse per fare il primo passo, sarebbe un comportamento molto costruttivo per la relazione. Nei matrimoni, le persone non vincono o perdono, bensì guadagnano o perdono relazioni. Pensare "dovrebbe fare pace per primo, dovrebbe essere il primo a scusarsi, dovrebbe essere il primo a venire..." contribuisce alla perdita della relazione, ma non ti rende un eroe.

Per un matrimonio di qualità è necessario imparare a comunicare bene. Dico apprendimento perché la comunicazione è un'abilità e, come ogni abilità, può essere appresa in seguito. Poiché molte coppie pensano alla comunicazione semplicemente come a un "raccontare", molti punti sulla comunicazione di qualità vengono trascurati. Lo scopo principale della comunicazione non è il “te l'avevo detto”, ma la comprensione reciproca (non sto parlando di essere d'accordo, l'importante è assicurarsi che si capisca la stessa cosa) e far sentire le persone comprese. Per questo è necessario conoscere e applicare tecniche di comunicazione di qualità. Molte coppie che imparano la comunicazione durante le sedute di terapia matrimoniale dicono: "Si scopre che fino ad ora non abbiamo comunicato correttamente". Solo perché fino ad ora non conosci le vie della comunicazione di qualità non significa che non le imparerai mai.

In sintesi, il matrimonio; È un nuovo sistema con regole e che richiede nuove competenze. Quando le persone si sposano significa che accettano queste regole fin dall'inizio. Un matrimonio vissuto secondo le sue regole è destinato a durare a lungo e in maniera qualitativa. Poiché nessun sistema lasciato a se stesso può sostenersi per sempre, le coppie devono fare uno sforzo per garantire la continuità del sistema matrimoniale. Non bisogna dimenticare che i matrimoni non finiscono a causa di eventi negativi, eventi negativi accadono in ogni matrimonio. Ciò che mette fine a un matrimonio è la mancanza di eventi positivi. Per questo motivo, incorporare la positività nel sistema matrimoniale con impegno e impegno è di vitale importanza per la vita del matrimonio. Ti auguro una lunga vita matrimoniale…

 

leggi: 0