Angiografia e applicazione di stent dal polso

L'aniografia coronarica è un metodo frequentemente utilizzato dai cardiologi per individuare ostruzioni e stenosi dei vasi cardiaci. Se necessario durante l'intervento e se le funzioni renali del paziente sono adeguate, viene eseguita anche l'angioplastica, cioè l'apertura dei vasi. (arteria femorale) o arteria del polso (arteria radiale). ) Il posizionamento di un tubo sottile è la procedura iniziale della procedura.

Sebbene l'angiografia della vena inguinale sia il metodo tradizionale utilizzato per molti anni, complicazioni come sanguinamento, durante e dopo la procedura possono verificarsi danni ai nervi della gamba, pseudoaneurisma, fistola arterivenosa. Dopo la procedura, i pazienti possono sperimentare la maggior parte delle complicazioni. È necessario sdraiarsi per almeno quattro ore e dieci ore dopo la procedura di angiplastica, che pone un problema soprattutto per i pazienti anziani e per i pazienti con problemi alla schiena.

L'arteria inguinale non è l'unica via per raggiungere il cuore, anche l'arteria del polso è una via per raggiungere il cuore. È stata utilizzata molto frequentemente in ultimi anni. L'arteria radiale è più sottile dell'arteria femorale. Le complicazioni come sanguinamento e danni ai nervi sono molto minori. Soprattutto, la guaina (sottile tubo di plastica) utilizzata durante l'intervento viene rimossa immediatamente dopo l'intervento e il paziente può alzarsi in piedi immediatamente. Non è necessario restare a letto per molto tempo.

Tutti i pazienti sono idonei per l'angiografia del polso?

Perché l'arteria radiale è sottile ", a volte può essere bloccata dopo l'intervento. Pertanto, la mano è pulita. È necessario assicurarsi che l'arteria ulnare, che è l'altro vaso che fornisce sangue, sia aperta. Se verrà eseguita l'angiografia e/o l'angioplastica tramite dell'arteria radiale, è necessario assicurarsi che l'arteria ulnare sia aperta. Per questo il medico eseguirà il test di Allen. L'arteria radiale si trova sul lato del pollice del polso e l'arteria ulnare sul lato piccolo. Si trova sul lato del dito. Nel test di Allen, il medico ti chiederà di aprire e chiudere la mano mentre eserciti pressione sulle arterie radiale e ulnare. Nel frattempo, la tua mano diventerà pallida. Quando la pressione sull'arteria ulnare è rimossa, la mano dovrebbe diventare rosa in meno di 8 secondi. Se non diventa rosa, c'è un problema nell'arteria ulnare e l'angiografia radiale non è adatta.

I preparativi per l'angiografia eseguita dal polso sono simile all'angiografia eseguita dall'inguine. Sono necessari elettrocardiogramma, radiografia del torace, esami del sangue, in particolare della funzionalità renale e test di sanguinamento. Prima della procedura È necessario digiunare per almeno 6 ore. Prima della procedura viene somministrato un sedativo. Dopo aver applicato l'anestesia locale all'arteria radiale del polso, viene praticata una puntura e posizionato il tubo, la procedura continua. Talvolta spasmo molto grave (restringimento ) si sviluppa nell'arteria radiale; in questo caso la procedura prosegue attraverso la vena inguinale.

L'angiografia del polso è un'alternativa all'angiografia dell'inguine, soprattutto per i pazienti che hanno problemi a sdraiarsi sulla schiena per da molto tempo a causa di problemi alla schiena e che temono di sanguinare.

leggi: 0