Imprenditoria femminile

Introduzione

L'equilibrio tra la popolazione maschile e quella femminile nel mondo è molto vicino. Nonostante l’equilibrio demografico, nella vita lavorativa esiste una differenza tra uomini e donne. Gli stereotipi di genere supportano questa differenza e aumentano l’entità della differenza tra dipendenti donne e uomini. Tuttavia, la preservazione e lo sviluppo del dinamismo dei movimenti femministi e il fatto che gli stati si allontanino dai giudizi basati sul genere per l'economia del paese rappresentano una situazione importante per le lavoratrici. Aumentare la consapevolezza delle donne, la loro opposizione ai valori normativi basati sul passato creati per loro, il loro desiderio di affrontare la propria indipendenza sono importanti per cambiare le prospettive sul concetto di donna nel mondo. I valori negativi, che sono intrecciati con il genere femminile, e i sistemi di pensiero secondo cui le donne sono passive e impotenti, stanno perdendo oggi la loro influenza. Le donne sono più dinamiche nella vita lavorativa e intraprendono grandi progetti con lavori più rischiosi. Le opportunità imprenditoriali femminili sostengono l’espansione della sfera di influenza delle donne. Concetti che esprimono forza come rischio, potere e autorità non sono legati solo al genere maschile. I confini interconnessi di potere e genere, entro i quali le donne possono essere forti e assertive, stanno ora cambiando. Non è un approccio corretto per le donne rimanere nell’ordine domestico, allevare i figli come principali badanti, sperimentare una vita dominata dagli uomini offerta dalla struttura maschile. Sostenere i diritti personali e le libertà delle donne è importante sia per le donne che per l'economia del paese.

In questo studio sono stati valutati la posizione e lo sviluppo dell'imprenditorialità femminile nell'ordine mondiale. È necessario aumentare il numero delle donne imprenditrici inserendole nel campo della comprensione e della consapevolezza dell'imprenditorialità femminile. Verrà esaminata la definizione di imprenditorialità, l'imprenditorialità femminile nel mondo e il suo sviluppo storico, la struttura dell'imprenditorialità femminile nel mondo con esempi tratti dalle migliori imprenditrici del mondo.

1) Definizione di Imprenditorialità

La definizione di imprenditorialità È stata utilizzata per la prima volta in Francia. Mostra caratteristiche di identità estroverse come avventuriero, investigatore, ecc. utilizzato per gli individui. Con lo sviluppo nel tempo del settore industriale si è sviluppato l’ambito di utilizzo del termine imprenditorialità. Questo sviluppo ha iniziato ad essere utilizzato per individui che possono assumersi rischi e cercare di raggiungere gruppi più ampi gestendo il rischio. L'imprenditore vuole espandere il pubblico che può raggiungere puntando a creare un marchio per sé o per la sua azienda combinando la sua esperienza nel campo della finanza con le sue capacità imprenditoriali. In breve, imprenditore; è la persona che produce beni e servizi analizzando i fattori di produzione in modo efficace con le tecniche e le informazioni più aggiornate (Bozkurt 2011:3-4).
2) Imprenditorialità femminile e sviluppo storico nel mondo

Il termine imprenditorialità, emerso nel Medioevo, si è sviluppato aggiungendo nuovi concetti fino alla fine del XX secolo. L’intensità di questi sviluppi ha riguardato soprattutto il genere maschile. Nel corso del tempo, è stato osservato che le donne sono presenti nella vita lavorativa. La partecipazione delle donne alla forza lavoro nel mondo è iniziata con la rivoluzione industriale avvenuta in Inghilterra nella prima metà del XVIII secolo e si è diffusa in tutto il mondo (Altun 2008: 2). La ricerca dei diritti delle donne, iniziata con gli effetti del primo movimento femminista nel XIX e all'inizio del XX secolo, ha costituito un esempio per la formazione del concetto odierno di imprenditrice femminile. La precedente mancanza di diritti delle donne e i pensieri passivi delle donne portati dagli stereotipi di genere stavano creando ostacoli allo sviluppo dell'imprenditorialità femminile nel mondo. 1. Il suffragio sostenuto dal movimento femminista ha sostenuto le donne nel sottolineare l’idea di essere uguali agli uomini. Le donne che hanno ottenuto il diritto di voto non hanno accettato di essere discriminate nella vita lavorativa perché sono donne. È un fatto importante, ad esempio, che 1.500 lavoratrici di una filanda in Pennsylvania, negli USA, abbiano scioperato per un lungo periodo, durato un mese, per chiedere di ridurre la settimana lavorativa a sei giorni lavorativi e la giornata lavorativa a 10. ore.

  Home che ha un'attività avviata per conto proprio in un luogo al di fuori del Paese, che lavora da solo o con altre persone alle sue dipendenze in un'impresa o stabilisce una società di persone in qualità di proprietario , contatti con varie istituzioni pubbliche e private riguardanti l'attività, È la donna che pianifica, ha voce in capitolo sui guadagni dell'azienda, sugli investimenti e sulle aree di utilizzo e si assume tutti i rischi per conto della sua attività (Tamer, 2013). L’idea che le donne dovrebbero svolgere lavori più standard e passivi e lasciare lavori più importanti e più grandi agli uomini è uno stereotipo sociale comune in molte società. Sulla base di ciò, le donne che assumevano le proprie competenze e lavoravano non correvano rischi e non potevano essere incluse nella categoria delle imprenditrici. Le donne erano più impegnate nelle responsabilità domestiche create sulle donne e nei concetti che rendevano le donne passive e portati dalla cultura.

        Mentre fino alla Rivoluzione Industriale i compiti delle donne erano chiaramente definiti come lavori domestici o artigianali, nei periodi successivi si sono verificati cambiamenti significativi nella posizione delle donne nella società. Le donne che partecipano alla forza lavoro sono aumentate, il numero di mariti e mogli che lavorano è aumentato e le madri che sono le uniche capofamiglia della famiglia hanno cominciato a essere viste più frequentemente (Tamer, 2013). Le prospettive delle donne espulse dalla vita lavorativa stanno migliorando nel tempo. Le donne che vogliono garantire la propria indipendenza finanziaria e aumentare il proprio reddito finanziario hanno iniziato a intraprendere passi nel campo dell'imprenditorialità. L'imprenditorialità, che si è sviluppata soprattutto a partire dagli anni '80, è stata inclusa nei campi di interesse sia delle donne che degli uomini. Il numero di donne incluse nel concetto di vita lavorativa nel mondo aumenta di giorno in giorno. Il numero delle lavoratrici, in aumento, ha assunto un posto importante nella vita imprenditoriale poiché ha iniziato a rappresentare gran parte della popolazione.

2.1) Imprenditorialità femminile

L'imprenditorialità femminile è un argomento che è stato enfatizzato e studiato ampiamente negli ultimi anni. Poiché non è possibile immaginare uno sviluppo senza le donne, è importante che le donne assumano un ruolo più attivo ed efficace nella vita economica per lo sviluppo e la reale modernizzazione del nostro Paese. t 1993:1).

2.2) Definizione di imprenditorialità femminile

Dopo gli anni '70, le scoperte delle donne nell'imprenditorialità hanno subito un'accelerazione nel mondo. Gli ostacoli che devono affrontare le donne che partecipano in modo più dinamico alla vita imprenditoriale, i talenti e le competenze limitate delle donne, la discriminazione tra uomini e donne in termini di salario, i disturbi delle donne, gli orari di lavoro ristretti, la vita delle donne limitata al di fuori della vita lavorativa sono fattori importanti per l'ingresso delle donne nell'imprenditorialità . Gli sforzi delle donne per acquisire esperienza nella vita imprenditoriale e per dimostrare di poter raggiungere posizioni elevate coincidono con gli anni '80, e dagli anni '90 è possibile vedere donne in posizioni più elevate e posizioni che promettono successo in settori dominati dagli uomini ( Liman 1993: 195).
Possiamo valutare l'imprenditorialità femminile in 4 gruppi principali

*Lavoratrice o funzionaria pubblica

*Imprenditrici

* Donne manager

* donne che fanno impresa

2.3) L'importanza dell'imprenditorialità femminile

La validità della struttura maschile creata nel il mondo inizia a cambiare nel tempo man mano che le donne mostrano la loro presenza. È più probabile che le donne lavorino per i propri bisogni e le proprie spese piuttosto che prendersi cura degli uomini. Le donne sono disposte a trasformare i propri pensieri e il proprio lavoro in un guadagno economico. Questi desideri delle donne, che costituiscono gran parte della popolazione, sostengono economicamente l’economia del paese in cui si trovano. Un governo ha bisogno di cittadini che lavorino per sopravvivere e mantenere alto il livello di welfare. L’imprenditorialità delle donne, i rischi che corrono e i valori di universalità che raggiungono sono molto importanti per i governi. L'aumento delle donne lavoratrici fornisce un grande sostegno allo sviluppo dell'economia del paese. Pertanto, l'imprenditorialità femminile rappresenta un aspetto molto importante sia per l'espansione dei diritti e delle libertà personali delle donne sia per il valore che aggiungono all'economia del paese.

3) Le migliori imprenditrici del mondo

Con l'attuazione di politiche di sostegno contro le donne nel mondo, la strada dell'imprenditorialità femminile si apre giorno dopo giorno. Grazie ai nuovi sviluppi sperimentati, molte donne sono in grado di avviare un'attività propria e di avvicinarsi al mondo dell'imprenditoria. L'imprenditorialità femminile, che progredisce verso il risparmio, ha contribuito a sostenere lo spirito imprenditoriale di altre donne, grazie alle donne che hanno ottenuto buoni risultati nella pratica. Sebbene il fronte dell’imprenditorialità femminile sia ostacolato dalle disuguaglianze di genere, le esperienze di vita delle donne che si sono prefissate un obiettivo e hanno raggiunto il successo rappresentano una lezione per la maggior parte delle donne. È impossibile ostacolare una donna focalizzata sul successo. Nonostante la discriminazione di genere in tutto il mondo, le donne continuano a brillare nel mondo degli affari dominato dagli uomini agendo con determinazione e fede.

  • Coco Chanel: è nata in Francia nel 1883. È nato in una famiglia povera. È cresciuta in un orfanotrofio e ha imparato a cucire mentre cresceva. Ha ampliato la sua attività con i suoi progetti e il valore che ha dato al suo lavoro ed è diventato un marchio mondiale.

  • J. K. Rowling: È diventata la prima autrice donna a diventare milionaria con la serie di libri di Harry Potter e il suo libro, frutto di una difficile vita da madre single.

  • Sara Blakely: In precedenza, è andata porta a porta Sara Blakely, venditrice di fax, è stata coinvolta nell'imprenditoria di calzini con un piccolo capitale grazie ai suoi sforzi. Si è occupata di tutte le questioni, dal logo della sua azienda alle tecniche di marketing, ed è diventata la più giovane donna che si è fatta da sé al mondo.

  • Mary Kay Ash: sposata all'età di 17 anni e dopo che suo marito è andato nell'esercito, è entrata nella vita lavorativa per prendersi cura di suo figlio. Nel 1963 non poté sopportare il fatto che i suoi dipendenti maschi, da lui formati, venissero promossi e non gli fosse stata data l'opportunità, e si mise in proprio. Ha scritto un libro per aiutare le donne a essere coinvolte nel mondo degli affari dominato dagli uomini e grazie a questo libro si è resa conto di aver creato il piano di marketing perfetto.

  • Cher Wang: Lei è uno dei principali imprenditori nel mondo della tecnologia. Dopo anni passati a produrre telefoni cellulari per altri, ha fondato HTC ed è diventata una fortuna da un milione di dollari.

  • Oprah Winfrey: Dopo aver assistito a molti dolori durante la sua infanzia, Oprah ha cambiato la sua vita entrare nel mondo della televisione. Ha presentato il programma di talk show più visto nel 1983 e

    leggi: 0