Tessuto mammario denso (Dens Breast)

Se hai effettuato una mammografia, forse ha attirato la tua attenzione. Il rapporto include affermazioni come "densità ACR del seno di tipo 3" o "densità del tessuto mammario di tipo 2". Se ti stai chiedendo di cosa si tratta e se è importante per te, leggi questo breve articolo fino alla fine.

Cosa significa densità del seno?
Tessuto mammario , dotato di lobuli produttori di latte, è costituito da canali (condotti) che trasmettono il latte al capezzolo e da tessuto adiposo e tessuto connettivo fibroso come tessuto di sostegno. I tessuti di sostegno danno forma al seno. Altre sono strutture responsabili della produzione del latte e sono chiamate tessuto ghiandolare.

Se il tuo seno ha più tessuto ghiandolare e tessuto connettivo fibroso e meno tessuto adiposo, il tessuto mammario è considerato denso. Questa condizione è interamente una caratteristica genetica. Funzionalmente, cioè in termini di produzione di latte, non c'è differenza tra seni densi e seni lipomatosi (dominati dal tessuto adiposo). Anche se questa non è una situazione anomala, è una caratteristica strutturale comune.

La densità del seno diminuisce con l'età.

Come può è possibile comprendere la densità del seno?

La densità del seno diminuisce con l'età. strong>
La densità del seno è una caratteristica che può essere compresa solo mediante la mammografia. Una decisione sulla densità del seno non può essere presa mediante esame o ecografia. La densità del seno viene valutata solo da un radiologo esperto in radiologia mammaria in 4 categorie determinate dall'American College of Radiology (ACR). Di conseguenza,

seno di tipo 1:il seno è costituito quasi interamente da tessuto adiposo,

seno di tipo 2:il seno è costituito di tessuto adiposo. Seno con una grande quantità di tessuto ghiandolare e fibroso,

Seno di tipo 3: seno con più tessuto ghiandolare e fibroso, che rende difficile vedere piccole lesioni,

Seno di tipo 4: seno che consiste quasi interamente di tessuti ghiandolari e fibrosi nella mammografia e le masse possono essere trascurate.

Sono considerati i seni di tipo 3 e 4 seni densi.

Quanto è importante la densità del seno?
Gli studi hanno dimostrato che il cancro al seno è più comune nelle persone con seni densi (tipo 3 e 4) rispetto ai tipi 1 e 2. Non si sa perché sia ​​così oggi. Tuttavia, non lasciarti intimidire da queste informazioni, a causa della presenza di tessuto mammario denso Significa un moderato aumento del rischio. Considerando altri fattori di rischio come età, mestruazioni precoci/menopausa tardiva, storia familiare di cancro al seno o mutazione del gene BRCA, avere un seno denso non rappresenta un rischio elevato.

MRI del seno (risonanza magnetica) in aggiunta alla mammografia nelle persone ad alto rischio. ), è necessaria, ma oggi non è più necessaria per le persone con un seno denso.

Ognuna delle strutture che compongono il tessuto mammario trasmette raggi X (raggi X) diversi gradi di mammografia. Poiché la resistenza del tessuto adiposo è bassa, la maggior parte dei raggi X lo attraversa, facendo apparire nere queste parti. Poiché i tessuti ghiandolari e fibrosi sono relativamente più resistenti, parte dei raggi X può attraversarli. Ciò fa sì che questi tessuti appaiano grigi/bianchi. Anche il tessuto tumorale è un tessuto denso e appare di colore grigio/bianco perché trasmette i raggi X a velocità molto basse. Questo è il motivo principale per cui le masse possono essere trascurate nei seni densi.

Le persone con tessuto mammario denso dovrebbero sottoporsi a mammografia?
Naturalmente, dovrebbero continuare i controlli mammografici perché la mammografia è oggi il miglior screening e screening ed è un metodo di monitoraggio. Sebbene esista la possibilità che piccoli tumori possano essere trascurati nei seni densi, questa percentuale è piuttosto bassa.

Oltre alla mammografia, è possibile eseguire anche l'ecografia del seno e l'esame MRI. Tuttavia, la probabilità di rilevare tessuti tumorali con questi due metodi è inferiore alla possibilità di rilevare tumori benigni./p>

Allora cosa fare?
Prima di tutto tutto, dovresti discutere la tua situazione con il tuo medico. Il primo passo qui è indagare la presenza di fattori di rischio più importanti. La storia familiare di cancro dovrebbe essere studiata in modo specifico e, se si considera un rischio elevato, altri geni, in particolare BRCA, dovrebbero essere studiati mediante consulenza genetica.

Sebbene i test e i metodi di imaging comunemente usati e accettati non siano definiti oggi, è meglio seguire le raccomandazioni del medico.

p>

leggi: 0