Essere traumatizzati dai media

Essere traumatizzati dai media

Media, cioè trasmissione-stampa, è un termine usato nel linguaggio quotidiano per descrivere gli organi elettronici
o cartacei come radio, televisione, giornali, riviste. Nel mondo di oggi
gli strumenti di comunicazione mediatica occupano per noi un posto importante, perché attraverso i media sentiamo molte notizie locali e universali
. Sfortunatamente, la maggior parte di queste notizie sono notizie di terrorismo e di guerra che ci creeranno tristezza e trauma. Le notizie che vediamo o ascoltiamo in televisione, giornali, riviste, radio e social media ci influenzano visivamente e udibilmente in modo positivo o negativo.
A prova di ciò; La dottoressa Pam Ramsden dell'Università di Bradford ha esaminato le reazioni di 189 persone a diversi eventi. Dott. Come risultato della ricerca, Ramsden ha rivelato che alcuni utenti di social media mostrano sintomi di disturbo da stress post-traumatico dopo aver visto immagini violente o inquietanti sullo schermo. ''Questa ricerca non indica che chi guarda alcune immagini sullo schermo abbia un disturbo da stress post-traumatico. Lo studio rivela che le persone possono manifestare alcuni sintomi simili al disturbo da stress post-traumatico. Tuttavia, questo può variare da persona a persona. Anche se alcune persone sono esposte alle stesse notizie traumatiche per giorni, non ne vengono influenzate negativamente. D'altro canto, chi guarda per la prima volta il video di un attacco terroristico può piangere per ore, a causa del suo livello di resistenza e della sua vita passata, mette in guardia sugli effetti del binge-watching e pubblica avvisi preliminari sulle immagini che può avere effetti negativi.
Ma i social media, sfortunatamente, non hanno questa protezione. Pertanto, le persone dovrebbero imparare a essere un utente
consapevole. Per la Turchia, questo è sui giornali. Dovrebbero prestare attenzione al notizie ed espressioni da pubblicare e imporre una limitazione del modello. Un avvertimento protettivo dovrebbe essere posto sulle notizie
traumatiche pubblicate nei media. Ciò può avvenire con un articolo di avvertimento sulle prime pagine dei giornali. Allo stesso modo, le immagini inquietanti non dovrebbero essere pubblicate in modo casuale sui social media. Deve esserci una lettera di avvertimento da parte di.

Psych.Dilara Tahincioğlu

 

leggi: 0