Svegliarsi al mattino buio

L'effetto della luce del giorno sulla psicologia umana

L'effetto della luce del giorno sulla psicologia umana è un argomento studiato da molto tempo. È ormai un dato di fatto che le persone che vedono abbastanza luce solare sono molto più felici, libere dalla depressione e piene di vita. Non è un caso che nelle giornate estive ci svegliamo prima e più vigorosi. Molti dei miei amici terapeuti saranno d'accordo con me sul fatto che mentre lavoriamo a un ritmo intenso durante il periodo autunnale, vediamo che meno clienti cercano aiuto con l'arrivo della primavera e l'avvicinarsi dell'estate. Anche questa situazione mostra l’innegabile effetto del sole sulla psicologia umana. Per spiegarlo scientificamente, l'ormone "melatonina", che ci fa sentire stanchi, spossati e rallenta i nostri movimenti fisici, viene secreto in un ambiente buio e senza luce. Possiamo dire che la causa del disturbo psicologico che chiamiamo depressione invernale è l'eccessiva secrezione dell'ormone melatonina. Le caratteristiche comuni delle persone che presentano questo disturbo sono che sono costantemente stanche ed esauste e avvertono dolore in aree come braccia, gambe e schiena senza motivo.

L'orario invernale è uno strumento utile per le persone per beneficiare di più luce naturale e risparmiare energia: era una pratica ma, come tutti sapete, quest’anno non viene più adottata. Ciò che i miei clienti esprimono spesso riguardo a questo problema è che hanno difficoltà a iniziare la giornata al mattino. Generalmente descrivono la situazione come "Mi sveglio con la sensazione che sia ancora notte, e questa sensazione di stanchezza mi accompagna tutto il giorno". Molti datori di lavoro lamentano l'incapacità di concentrazione, la dimenticanza e la riluttanza dei propri dipendenti. Puoi immaginare che svegliarsi in una mattina buia e vivere nell'aria buia per gran parte della mattinata sia il fattore scatenante di tutte queste situazioni.

    Queste mattine buie continueranno ad aumentare fino al 21 dicembre, ma questo finirà mesi dopo, quindi ti consigliamo di non cadere nella depressione invernale. Vorrei darti alcuni suggerimenti affinché la tua motivazione e le tue prestazioni non diminuiscano.

Se questi piccoli suggerimenti non possono salvarti dallo stato di stanchezza e spossatezza in cui ti trovi, questo stato di depressione ti ha già abbandonato. Se pensi di averlo tra le grinfie, non indugiare a consultare uno psicologo esperto per una soluzione più accurata e definitiva.

 

 

leggi: 0